Ortopedia

La farmacia dispone di diversi articoli sanitari sia in vendita che a noleggio tra cui sedie a rotelle, tutori, busti, collari, stampelle e deambulatori:

 

Sedia a rotelle

Vi sono diversi tipi di carrozzine:

Carrozzine leggere: costruite con materiali leggeri più o meno pregiati, come l’alluminio e il titanio. Il peso può variare dagli 8 ai 16kg. Ciò che influisce di più sono il telaio, le spondine e le pedane. Anche gli accessori possono influire sul peso della struttura;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carrozzine super leggere: costruite con materiali o leghe super leggere e molto resistenti;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carrozzine elettriche: sono essenziali per i disabili che non riescono a spingersi autonomamente perché gravemente malati o con disabilità agli arti superiori. Esistono due tipologie, per uso esterno e per uso interno. Esistono modelli dimensionati per bambini e adulti;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carrozzine pieghevoli: le sedie a rotelle pieghevoli sono caratterizzate da un telaio pieghevole. Questo permette un guadagno in termini di dimensioni (la carrozzina diventa meno ingombrante ed è più facile da trasportare) e di stabilità sul suolo. Sono più soggette a usura nel tempo;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carrozzine per bambini: sono le stesse elencate precedentemente ma adattate ai bisogni specifici dei bambini;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carrozzine da mare: sono prodotti che permettono lo spostamento su terreni sabbiosi o nevosi. Possono essere acquistati privatamente o noleggiati all’interno delle strutture balneari attrezzate;
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carrozzine sportive: sono pensate per consentire le migliori prestazioni sportive;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Carrozzine da bagno: realizzate con materiali impermeabili e resistenti all’acqua, vengono utilizzate, insieme ad altri ausili, per l’igiene personale (bagno/doccia e toilette) e per gli spostamenti dentro casa.

 

 

Tutori

Un tutore ortopedico è un dispositivo medico che sostiene un’articolazione. I motivi per impiegarlo possono essere mancanza di stabilità o di forza, oppure dolore o gonfiore dell’articolazione. Un tutore della misura giusta e indossato correttamente limita ogni eccessivo spostamento dell’articolazione, senza necessariamente impedirne lo schema di movimento richiesto per il tipo di attività che si sta praticando, sia essa lavorativa o sportiva. Quasi tutti i tutori agiscono applicando una pressione esterna (compressione) e fornendo un supporto meccanico. Si può usare un tutore per sostenere numerose articolazioni: caviglia, ginocchio, polso, gomito, spalla, colonna lombare e cervicale. Un tutore è facile da indossare e costituisce un comodo mezzo per attutire le considerevoli forze che si esplicano su un’articolazione, anche se, ovviamente, non è progettato per prevenire tutte le nuove lesioni che possono verificarsi. Questo effetto “ammortizzante” non può annullare completamente tali forze, ma fortunatamente, è in grado di contrastarne la maggior parte.

 

 

 

 

 

 

Busti e corsetti

Il busto ortopedico e il corsetto sono due utili ausili per risolvere problemi ortopedici, patologie e posture scorrette. Questi prodotti sono progettati per mantenere la schiena in posizione eretta, dando un supporto alla colonna vertebrale, ma anche per lenire fastidio e dolore lombare.

Un corsetto viene usato per risolvere svariati problemi della fascia dorso-lombare, agisce mantenendo la colonna dritta e sostenendola, per questo può procurare anche sollievo.

Il busto, invece, viene generalmente creato su misura per risolvere patologie che causano deformità delle ossa della schiena e della colonna vertebrale. Per esempio, una delle patologie in cui si impiega sempre il busto correttivo è la scoliosi.

 

 

 

 

 

 

 

Collari

Il collare cervicale è utilizzato come dispositivo di primo soccorso per immobilizzare il rachide cervicale, ovvero la parte cervicale della colonna vertebrale.

Poiché si tratta della zona più delicata della colonna, di norma si prescrive l’utilizzo del collare cervicale anche in forma precauzionale. Così facendo è possibile prevenire lesioni permanenti che possono danneggiare il nervo spinale e portare a situazioni irreparabili.

Il collare serve per prevenire alcuni traumi della colonna vertebrale come:

  • Lesioni da flessione, che determinano lo schiacciamento delle vertebre, la distruzione dei legamenti e un allargamento della colonna posteriore;
  • Lesioni da estensione, sul piano frontale e laterale, nei casi in cui vengano superati i limiti entro cui la colonna è in grado di estendersi. In questo caso si assiste ad un’interruzione e un allargamento dei legamenti e diversi gradi di schiacciamento degli elementi posteriori;
  • Lesioni da rotazione, che si verifica quando la faccetta controlaterale viene dislocata da un eccessiva rotazione delle vertebre.

Il collare cervicale può essere utilizzato per intervenire su patologie e traumi molto diversi tra loro:

  • Ernia cervicale, una sporgenza del disco intervertebrale che va a comprimere le radici nervose collegate a un arto superiore o al midollo spinale.
  • Schiacciamento vertebrale, che causa una forte pressione a carico della schiena, dovuto alla riduzione dello spazio che separa le vertebre tra loro.
  • Nevralgie cervico-branchiali, solitamente croniche, sono causate dal deterioramento strutturale e all’artrosi del rachide cervicale.
  • Colpo di frusta, un trauma che interessa la colonna cervicale che si manifesta in seguito a un brusco movimento del capo.

 

 

Stampelle

Una stampella è un ausilio per la mobilità utilizzato per contrastare una difficoltà motorie o di un infortunio che limita la capacità di camminare.

Ci sono diversi tipi di stampelle:

Avambraccio Stampelle con un bracciale alto per deambulare, conosciute anche come stampelle Lofstrand. Sono stati il tipo più comunemente usato in Europa, negli Stati Uniti e in Canada, sono stati quasi esclusivamente utilizzati da persone con permanenti o permanente disabilità. Tuttavia, i chirurghi ortopedici americani stanno cominciando a prescrivere stampelle avambraccio per i pazienti con più breve termine esigenze. Stampelle avambraccio vengono utilizzate facendo scivolare il braccio in un bracciale e tenendo premuto il grip. Il bracciale, tipicamente realizzato in plastica o metallo, può essere un semicerchio o un cerchio completo con uno a V apertura anteriore permettendo l’avambraccio di scivolare fuori in caso di caduta.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ascellare Negli Stati Uniti e in Canada, le stampelle sotto le braccia vengono utilizzate più spesso da persone con temporanea disabilità o lesioni. Questi sono usati ponendo le pastiglie contro la cassa toracica sotto le ascelle e tenendo la presa, che è sotto e parallelamente al pad. Queste sono talvolta noti come stampelle ascellari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Strutters Si tratta di una variante con le stampelle ascellari, incorporando suole grandi che rimangono sul pavimento o terra, mentre l’utente cammina. Essi consentono un’andatura migliore a piedi, e distribuire il peso corporeo per ridurre il rischio di danni ai nervi causati da stampelle ascellari.

Piattaforma Questi sono meno comuni e utilizzati da quelli con impugnatura povera a causa di artrite, paralisi cerebrale, o di altra condizione. Il braccio poggia su una piattaforma orizzontale, ed è legato al suo posto. La mano poggia su una impugnatura che, se opportunamente progettata, può essere inclinato opportunamente a seconda della disabilità dell’utente.

Leg Support Questi non tradizionali stampelle sono utili per gli utenti con un infortunio o una disabilità che colpisce una gamba inferiore. Essi operano da reggette la gamba interessata in un telaio di supporto che contiene contemporaneamente la gamba dal suolo durante il trasferimento del carico da terra al ginocchio dell’utente o coscia. Questo stile di stampella ha il vantaggio di non utilizzare le mani o le braccia mentre si cammina. Un vantaggio è che ha sostenuto parte superiore della coscia atrofia si riduce anche perché la gamba colpita rimane in uso. A differenza di altri stampella questi disegni sono inutilizzabili per il bacino, anca o lesioni coscia e in alcuni casi anche per infortuni al ginocchio. Bastoni da passeggio o bastoni servono a uno scopo identico a stampelle, ma sono tenute solo in mano e hanno una limitata capacità di carico a causa di questo.

Deambulatori

Un deambulatore è un dispositivo medico che viene utilizzato da persone disabili o anziane che hanno bisogno di un ulteriore sostegno per mantenere un adeguato equilibrio o la stabilità mentre deambulano. In commercio esistono diversi tipi di deambulatori:

deambulatore fisso senza ruote

 

Deambulatore senza ruote

Il Deambulatore senza ruote è composto da quattro piedi alle cui estremità sono inseriti quattro gommini antiscivolo, per una maggiore aderenza alla superficie d’appoggio. Questo deambulatore ha un regolatore d’altezza e un impugnatura gommata per non far scivolare le mani. E’ leggero e maneggevole, molto stabile in fase d’appoggio e facilmente lavabile. Puo’ risultare ostico ad alcuni perché dovendolo sollevare da terra ad ogni movimento, potrebbe causare la perdita dell’equilibrio.

 

 

 

 

 

 

deambulatore con 2 ruote

 

Deambulatore con le ruote girevoli

Il deambulatore con le ruote girevoli è una variante di quello senza ruote. Questo deambulatore ha in dotazione una coppia di ruote girevoli anteriori per garantire maggiore libertà di movimento al tuo familiare. Nei piedi di dietro presenta due puntali gommati aventi la stessa funzione di quelli del deambulatore senza ruote. Il deambulatore con ruote girevoli facilità i cambi di direzione, oltre ad essere leggero e maneggevole. Utilizzando questo deambulatore il tuo familiare potrebbe avvertire un maggior senso d’instabilità per via delle ruote girevoli.

 

 

 

 

 

 

deambulatore con sostegni

Deambulatore con sedile e stampelle ascellari

Il deambulatore con sedile e stampelle ascellari è consigliato per gli utilizzatori che risultano essere molto instabili e per quelli che si stancano facilmente. Questo deambulatore risponde infatti al bisogno di quelli che hanno necessità di fermarsi spesso durante il tragitto, essendo fornito di un sedile pronto all’uso. Le stampelle ascellari sono molto importanti perché ripartiscono il peso, evitando di sovraccaricarlo solo sui polsi e sulle mani. Questo deambulatore può risultare ingombrante e meno maneggevole degli altri.

 

 

 

 

 

 

 

deambulatore-pieghevole-con-sedile-e-freni

Deambulatore con freni

Il deambulatore con freni presenta due ruote anteriori girevoli e due ruote posteriori fisse. I freni, posti accanto alla maniglia ergonomica, permettono all’utilizzatore di controllarne la corsa. Questo deambulatore è consigliato per chi predilige un utilizzo fuori dalle mura domestiche e per lunghi tragitti. E’ ideale anche per chi vuole trasportare piccoli carichi. Il deambulatore con freni è leggero e maneggevole, ma è sconsigliato a chi ha un equilibrio molto precario o comunque necessita di un punto di appoggio molto stabile.